Pietro Sarria

A cura di Fiore Marro

Pietro Sarria

Napoli 31/1/1823

Capitano

Figlio del colonnello di fanteria Filippo Sarria, era stato promosso alfiere per grazia nel febbraio del 1848, dopo avere percorso i gradi subalterni.

Nel 1854 passò allo stato maggiore dell’esercito .

Nel 1859 aveva servito nello stato maggiore del generale Pianell e fu l’unico, di quegli ufficiali, con il capitano Cava a non disertare raggiungendo il Volturno.

In una lettera a Ludovico Quandel raccontava che Pianell lo inviò in Calabria presso il generale Marra e che appena rientrato a Napoli, di fronte alle osservazioni del Sarria, sulla condizione in cui versavano le truppe e l’incapacità degli ufficiali messi a capo dei soldati, il Pianell si imbestialì rimandando il capitano al comando generale senza più rivederlo.

Durante la battaglia sul Volturno ebbe la croce di diritto di S. Giorgio.

Fu tra i difensori di Gaeta e dopo la resa dovette fuggire a Malta, dove visse per molto tempo nascosto, perchè ricercato per cospirazione anti sabauda.

Nel 1870 rientrò a Napoli, ritirandosi a vita privata.

Pietro Sarria fanteborbonico

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>