UnitAi?? dai??i??Italia a quale costo per il Sud?

15497916_10207863445445067_245168800_n

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Caserta 16 dicembre 2016

Ufficio Comunicazione.

IdentitAi?? e memoria da ricostruire GiovedAi?? 22 dicembre 2016 dalle ore 17.30 presso lai??i??Aula Consiliare del Comune di Teverola ( Ce.) I Comitati Due Sicilie parteciperanno all’evento organizzato dalla associazione culturale “Insieme per Teverola” un gruppo di giovani identitari che ha a capo come Presidente dell’associazione Carlo Aquilone; il nuovo sodalizio ha deciso di trattare questa tematica scottante per riscoprire una memoria ed un’identitAi?? negate dalla storiografia ufficiale e che ancora si perpetua nel processo di colonizzazione del meridione. Gli organizzatori hanno chiesto al professor Gennaro Conte di agevolare la loro iniziativa, progetto che con entusiasmo, ha assunto, fornendo lo spunto per il titolo del tema e sulla scelta dei relatori. Gennaro de Crescenzo presidente dell’Associazione Culturale Neoborbonica parlerAi?? sulla dinastia Borbone, Fiore Marro presidente nazionale dei Comitati Due Sicilie darAi?? degli spunti sulle ragioni e sulla repressione del brigantaggio post unitario, Gino Giammarino direttore de Il brigante racconterAi?? delle “moderne forme di brigantaggio” intese come forme di protesta a di azione politica, sociale ed economica per la riscoperta dell’identitAi?? e dell’orgoglio meridionale, Infine Don Massimo Cuofano della Fondazione Francesco II presenterAi?? l’opera dell’ istituzione nata per favorire la beatificazione di Francesco II di Borbone Due Sicilie. Fra i vari interventi, gradito sarAi?? quello dell’attore e cabarettista Angeloantonio Aversana, che reciterAi?? alcuni brani tratti da ai???o surdato ‘ e Gaetaai??? del poeta Ferdinando Russo. AllieterAi?? la serata con qualche canto identitario il giovane Antonio Ronca. Saluteranno lai??i??evento il sindaco Dario Di Matteo e il parroco Don Evaristo Rutino e modererAi?? Luigi Pagliuca dellai??i??associazione”Insieme per Teverola” .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>