Cosa sono i Comitati Due Sicilie

bandiera-cds

Cosa sono i Comitati delle Due Sicilie

Caserta 27 dicembre 2007

Cosa sono i Comitati delle Due Sicilie? Chi e cosa rappresentano? E cosa vogliono coloro che li hanno costituiti?

Per rispondere in maniera sintetica, e allo stesso tempo efficace, alla prima domanda ci è sembrato opportuno parafrasare quella
celeberrima definizione che il filosofo Immanuel Kant diede dell’Illuminismo nel 1784;[1] e perciò anche noi affermiamo con convinzione che i Comitati delle Due Sicilie rappresentano l’uscita del Popolo meridionale dallo stato di minorità che esso deve imputare per prima cosa a centoquarantasette anni di scellerato colonialismo e in secondo luogo anche a se stesso.

Per quanto attiene allo scellerato colonialismo perpetrato ai danni dell’ex Regno delle Due Sicilie dall’italica “Intelligencia” in quasi un secolo e mezzo, astenendoci dal ripercorrere le numerose e funeste scelte politiche che hanno progressivamente e inesorabilmente depauperato la nostra un tempo “Patria felix”, ci limitiamo a dire soltanto che la famigerata “questione meridionale” italiana nacque dopo la creazione dello Stato savoiardo, checchè ne dicano le varie vulgate più agiografiche che storiche susseguitesi ininterrottamente dal 1860 in poi.

Per quanto riguarda lo stato di minorità che il Popolo Duosiciliano deve imputare anche a se stesso, fatta eccezione per diversi di quei moti suscitati dall’orgoglio nazionale i quali condussero tanti nostri compatrioti alla galera o al patibolo, con l’infamante e quasi sempre falsa accusa di brigantaggio, dobbiamo purtroppo prendere atto del fatto che quello che ci è toccato in sorte da circa
centocinquantanni in qua ce lo siamo voluto noi.

Ce lo siamo voluto prima con la folle illusione che bisognava combattere a fianco dei nostri liberatori; poi con un inammissibile rassegnato stato catatonico che ci ha praticamente immobilizzati, lasciandoci alla mercé? dei tanti capipopolo meridionali asserviti ai vari governi non certo benevoli con noi; e poi ancora con una sconcertante e progressiva perdita di memoria storica, di coscienza nazionale e dignità.

C’ha detto, va da sè che la risposta alla seconda domanda che abbiamo premesso all’inizio di questo manifesto è (e può essere) una sola: i Comitati delle Due Sicilie rappresentano tutti i Meridionali intenzionati a uscire dallo stato di minorità in cui si trovano da troppo tempo e la volontà di realizzare questo progetto promuovendo la riscoperta della nostra gloriosa storia, della nostra identità e della nostra cultura, senza cui non potremo mai sperare di tornare a riprenderci la dignità, il posto e il ruolo che ci competono.

Quindi chi si è fatto promotore della costituzione dei Comitati delle Due Sicilie vuole far sè che le Regioni e la popolazione un tempo costituenti il Regno delle Due Sicilie acquistino, all’interno dello Stato italiano, unitario e repubblicano, quella considerazione e quella dignità che finora, complici interessati maneggi di certa parte del Paese e perdita di memoria storico-politica di un’altra parte, non hanno mai avuto.

Certo, il cammino non sarà breve ne facile, e probabilmente alla meta arriveranno solo i nostri discendenti. Tuttavia è indubbio che noi abbiamo l’obbligo morale di preparare il terreno a chi verrà dopo di noi, per renderlo cittadino consapevole, attivo e arbitro del suo destino.

Forza e onore!

Gabriele Falco


Un pensiero su “Cosa sono i Comitati Due Sicilie

  1. Il recupero della dignità storica delle regioni della nostra nazione Italia ed Europa passa anche attraverso il ricordo delle radici storiche e delle capacità personali di ogni singolo popolo, adeguatamente al momento storico.
    L’unificazione non dovrebbe essere intesa come appiattimento della personalità di alcuni e sopratutto se in favore di altri, ma come stimolo alla più ampia condivisione delle capacità di tutti gli appartenti alla stessa nazione per involverne lo sviluppo nell’interesse di tutti.
    Buon lavoro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>