QUATTRORUOTE: ALTRO CHE UNITA’ D’ITALIA

 

2017-di-risio-6-300x180

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di Luca Longo

Roma 17 febbraio 2018

Su Quattroruote di Febbraio 2018 è presente un interessante articolo sull’andamento delle immatricolazioni di automobili nel 2017.

A loro parere si sono accentuate le differenze tra le varie Regioni, tutto il Nord è cresciuto più della media mentre il Sud e le Isole molto di meno.

Alcuni dati, vendite 2017 rispetto al 2016:

Nord-Ovest +11,6%, Nord-Est +9,2%, Centro +3,9%, Sud e Isole +2,4%, Media Italia +7,9%.

Ogni commento è superfluo, quello che mi interessa evidenziare è un altro dato relativo alle Regioni a Statuto autonomo:

Valle d’Aosta +20,4%, Friuli-Venezia G. +8,0%, Trentino-Alto Adige +15,6%.

Le Regioni più ricche del Nord riportano:

Lombardia +4,7%, Veneto +2,9%, Emilia Romagna +4,4%.

Alcune Regioni del Sud e Isole:

Basilicata -0,4%, Campania -0,6%, Sicilia +1,8%.

Quello che non capisco è perché nel 2018 non si riconosce che l’Autonomia concessa alla Valle d’Aosta, Friuli-Venezia G. e Trentino-Alto Adige, che porta ai risultati espressi poc’anzi rispetto anche alle performances di altre Regioni ricche del Nord, non possa applicarsi, viste le condizioni economiche e sociali del Sud, anche ai territori dell’ex Regno delle Due Sicilie.

La Costituzione italiana lo permette, perché ci devono essere italiani di Serie A privilegiatissimi (vedi Valle d’Aosta, ecc.), e italiani di Serie A2 (non vorrei dire di Serie B), vedi Lombardia, ecc. e  italiani di Serie D (vedi ex Regno delle Due Sicilie)?

Vogliamo lo stesso livello di Autonomia concessa alle tre Regioni del Nord, senza scusanti!

Dopo 157 anni ne abbiamo DIRITTO!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>