NAPOLI e SUD – Valore aggiunto procapite nel 1871 a confronto con quello di oggi

Luca LongoLa seguente tabella riporta il confronto fra l'”Industrializzazione relativa”Ai??nel 1871 e il “Valore aggiunto pro capite” nel 2012.

L'”Industrializzazione relativa”Ai??corrisponde al rapporto fra il valore aggiuntoAi??industriale e la popolazione maschile da 15 anni e piA?, ed A? un parametro sostanzialmente paragonabile al “Valore aggiunto pro capite”.

Come si evince dai dati, nel 1871 NAPOLI era al 5Ai?? posto, oggi (nel 2012 le statistiche piA? recenti) A? al 62Ai?? posto; A? la provincia italiana ad aver perso piA? posizioni nel periodo considerato. Diciamo che A? quellaAi??cui l’UnitAi?? d’Italia ha recato piA? danni…

Anche le altre provinceAi??ex duosiciliane (in grassetto) hanno quasi tutte perso drammaticamente posizioni, in particolar modo le campane e le siciliane.

Luca Longo

POS. INDUSTRIALIZZAZIONE RELATIVA 1871 POS. VALORE AGGIUNTO PRO CAPITE 2012
1 Milano 1,69 1 Milano 37.642,12
2 Genova 1,64 2 Bologna 31.357,85
3 Livorno 1,59 3 Roma 30.660,71
4 Como 1,54 4 Modena 30.138,35
5 Napoli 1,44 5 Parma 29.381,53
6 Torino 1,41 6 ForlAi??Ai?? 29.039,67
7 Venezia 1,37 7 Firenze 28.678,77
8 Bergamo 1,36 8 Mantova 28.364,92
9 Novara 1,35 9 Bergamo 28.099,02
10 Cremona 1,34 10 Treviso 27.904,49
11 Brescia 1,30 11 Reggio Emilia 27.818,04
12 Massa Carrara 1,27 12 Verona 27.685,66
13 Agrigento 1,22 13 Padova 27.574,79
14 Firenze 1,22 14 Cuneo 27.475,13
15 Palermo 1,21 15 Vicenza 27.411,48
16 Lucca 1,20 16 Venezia 27.339,00
17 Caltanissetta 1,17 17 Brescia 27.077,02
18 Vicenza 1,07 18 Piacenza 27.065,03
19 Mantova 1,03 19 Ravenna 26.921,76
20 Verona 1,03 20 Udine 26.807,72
21 Pavia 1,00 21 Sondrio 26.761,73
22 Pisa 0,99 22 Belluno 26.455,35
23 Cagliari 0,96 23 Lucca 25.852,49
24 Roma 0,96 24 Torino 25.776,08
25 Bologna 0,95 25 Siena 25.624,67
26 Salerno 0,95 26 Cremona 25.536,35
27 Ancona 0,94 27 Ancona 25.500,87
28 Treviso 0,92 28 Genova 25.446,04
29 Modena 0,91 29 Alessandria 25.330,15
30 Rovigo 0,91 30 Como 25.096,68
31 Belluno 0,90 31 Pisa 25.092,29
32 Cuneo 0,90 32 Novara 24.909,14
33 Parma 0,88 33 Ferrara 24.742,80
34 Catania 0,87 34 Grosseto 24.194,60
35 Padova 0,87 35 PesaroAi?? 24.174,13
36 Trapani 0,85 36 Arezzo 23.679,79
37 ForlAi?? 0,84 37 Imperia 23.451,18
38 Pesaro 0,83 38 Rovigo 23.091,48
39 Foggia 0,82 39 Livorno 23.013,54
40 Ravenna 0,81 40 Pavia 22.707,85
41 Caserta 0,80 41 Ascoli Piceno 22.506,88
42 Udine 0,80 42 Macerata 22.499,57
43 Lecce 0,79 43 Perugia 22.130,95
44 Macerata 0,79 44 Massa Carrara 20.907,13
45 Siracusa 0,79 45 Chieti 20.032,11
46 Catanzaro 0,78 46 Teramo 19.714,07
47 Reggio Emilia 0,78 47 L’Aquila 19.147,93
48 Alessandria 0,76 48 Sassari 18.761,50
49 Bari 0,76 49 Campobasso 18.565,75
50 Piacenza 0,76 50 Cagliari 18.445,03
51 Ferrara 0,74 51 Potenza 16.839,55
52 Siena 0,74 52 Catanzaro 16.810,53
53 Ascoli Piceno 0,73 53 Bari 16.798,99
54 Arezzo 0,71 54 Messina 16.160,65
55 Messina 0,70 55 Palermo 15.755,69
56 Reggio Calabria 0,70 56 Salerno 15.613,58
57 Benevento 0,69 57 Siracusa 15.305,47
58 Perugia 0,68 58 Cosenza 15.197,75
59 Potenza 0,67 59 Avellino 15.077,34
60 Avellino 0,63 60 Catania 14.930,69
61 L’Aquila 0,63 61 Lecce 14.855,89
62 Imperia 0,61 62 Napoli 14.694,14
63 Chieti 0,60 63 Reggio Calabria 14.662,49
64 Cosenza 0,60 64 Benevento 14.459,93
65 Campobasso 0,57 65 Trapani 14.223,71
66 Sondrio 0,56 66 Foggia 13.932,68
67 Grosseto 0,53 67 Caltanissetta 13.388,84
68 Sassari 0,53 68 Caserta 13.317,23
69 Teramo 0,48 69 Agrigento 13.024,52

2 pensieri su “NAPOLI e SUD – Valore aggiunto procapite nel 1871 a confronto con quello di oggi

  1. Caro Luca,
    è sempre un piacere commentare i tuoi articoli (anche quando sono molto brevi ed esclusivamente a titolo informativo).
    Credo che tutti nell’Italia cosiddetta meridionale, anche senza la precisione dei tuoi dati, conoscano bene la situazione.
    Il problema è: che fare?
    Nessuno prenderà mai la situazione del sud nelle proprie mani, se non il popolo stesso organizzato, che mi pare, scarseggia di interesse. Non bastano infatti i convegni e le commemorazioni, anche se utilissime alla propria conoscenza.
    Il Veneto mi sembra sulla buona strada, spero davvero che non diventi il ruggito del coniglio e spero anche che il sud, o meglio i CDS prendano contatti ed esempio da quanto stanno facendo al nord-est.
    Cordiali saluti.
    Pino de Gennaro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>