FRA DIAVOLO SULLA SPIAGGIA DI ARIENZO

fra diavolo

 

Fra Diavolo al secolo Michele Pezza

FRA DIAVOLO SULLA SPIAGGIA DI ARIENZO
Una ricca fonte per la CONOSCENZA di episodi minuti della Storia della Costiera Amalfitana dellai??i??800, A? la ai???Cronaca ai???di Antonio Stassano, possidente di Campagna ed Ufficiale delle Guardie civiche, che nelle sue minuziose NOTE militari ci racconta gli ultimi giorni di libertAi?? del brigante Michele Pezza da Itri, alias FrAi?? Diavolo.

Dalla Cronaca apprendiamo che il Brigante, nel 1806 , braccato dai francesi, con i pochi superstiti della banda, fuggito da Montevergine, RAGGIUNSE le falde dei MONTI Lattari in attesa di scendere nella baia di Positano nella COSTA d’ Amalfi per imbarcarsi . Grazie al Positanese Domenico Vitagliano, trovA? la barca ed i marinai, ma, al momento di raggiungere la spiaggia di Arienzo, realizzA? che le coste erano sorvegliatissime e che lai??i??impresa di raggiungere gli inglesi a Capri, non sarebbe riuscita , raggiunse allora Agerola e, per depistare gli inseguitori , risalAi?? il monte Paipo dove trovA? rifugio in un CASINO di caccia , al mattino comandA? il capraio Liborio Ferrara di comperargli del pane per dodici carlini . Ma il capraio non tornava e fu chiaro a tutti il tradimento , allora fuggAi?? con i suoi sulle montagne di Scala , ma la Civica di Agerola, allertata, era oramai sulle sue tracce , su consiglio del suo vice Vito Adelizzi si diresse, attraverso le montagne ,verso Salerno per ritentare un imbarco nella Piana di Eboli ,meno sorvegliata .

Adelizzi conosceva bene quei luoghi ,teatro delle sue scorribande, e, purtroppo,era odiato da molti, venne subito riconosciuto, braccato e attirato in un conflitto a fuoco, FrAi?? Diavolo, solo, ferito , stremato dal freddo e dalla fame , tradito dagli ospiti , spogliato di tutti i suoi averi ,per la salvezza offrAi?? una preziosa bottoniera di brillanti ,finAi?? la rocambolesca fuga, in una Farmacia di Baronissi, dove fu riconosciuto e arrestato .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>