L’erede della dinastia borbonica in visita dal presidente Trump

borbone-e-trump

Borbone in America. Quando la speranza è l’ultima a morire.

L’erede della dinastia borbonica in visita dal presidente  Trump

Caserta 16 aprile 2018

Chi conosce il mio pensiero, su come liberarsi dal giogo tosco – padano, sa di certo della mia speranza di rifare il verso a Gerry Adams, che proprio grazie all’intromissione americana, epoca Clinton, riuscì a liberarsi di Albione, riportando così un minimo di libertà sul territorio irlandese, dopo anni di lotta e sangue, di scontri veri a differenza nostra che al massimo esageriamo mettendo una notifica a favore su FB. Continua a leggere

A una Medaglia D’oro mai conferita!

lapide-cervinara-2

A una Medaglia D’oro mai conferita!

Resistenza duosiciliana: Briganti o guerriglieri?

Di Fiore Marro

Caserta 3 aprile 2018

“Vinto oggi, non avrò pè miei vincitori amare parole, ma, un giorno noi ci ritroveremo faccia a faccia; poiché conservando in fondo all’anima tutte le mie convinzioni, attendo con fede l”ora della giustizia”. Continua a leggere

Quando il Piemonte si accaparrò le banche del Borbone.

vranca

Quando una sciabola è più potente di un C/C, come quella volta che il Piemonte si accaparrò le banche del Borbone.

Di Fiore Marro

Caserta 26 marzo 2018

Raccontiamo la storia del Furto Sabaudo, denominato Unità d’Italia, regia di Camillo Benso conte di Cavour, interpreti : Carlo Bombrini, e  Giuseppe Garibaldi nel ruolo dè “ L’Utile Idiota”. Tema: La storia delle banche e la loro involuzione, dall’unificazione forzata dell’Italia ai giorni nostri.

Svolgimento: Continua a leggere

Joseph Marie Garibaldi a colpi di archibugi prese le Due Sicilie , Jean-Claude Juncker spara con lo spread per affossare l’Italia.

due-sicilie-saluta-litalia

L’Unione Europea all’Italia così come il Piemonte alle Due Sicilie nel 1860.

Joseph Marie Garibaldi a colpi di archibugi prese le Due Sicilie , Jean-Claude Juncker spara con lo spread per affossare l’Italia.

Di Fiore Marro

Caserta 11 marzo 2018

L’ Italia, riflettendo ciò che poteva essere e non è, per volere massonico e per ingordigia dei tosco padani, come in una nemesi rivive attraverso l’Unione Europea lo stesso delitto, stavolta a sue spese, trovandosi oggi dalla parte della vittima e non del carnefice. Per illustrare più adeguatamente il pensiero , osiamo dire che l’azione di disturbo che arriva dall’Europa nei confronti dello Stato italiano, può tranquillamente essere paragonata a ciò che il piccolo Piemonte fece alle Due Sicilie, Continua a leggere

Complimenti alla nuova Italia dei Grillini, ma non dei Duosiciliani, questo sia chiaro.

5stelle-e-borbone-cartina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Complimenti alla nuova Italia dei Grillini, ma non dei Duosiciliani, questo sia chiaro.

Di Fiore Marro

9 marzo 2018

Ho preferito far passare la nuttata prima di prendere carta, penna e calamaio, perché la situazione è davvero nuova, stuzzicante, uno scenario moderno per quel che concerne la cartina geografica della politica italiana, un cambiamento forte, potente, rimbombante, che però ha, come capita quando scoppia una bomba, comunque lasciato sul terreno, distesi, morti, feriti e frastornati. Anche stavolta quelli più numerosi sono risultati i duosiciliani. Continua a leggere

“Sud Protagonista” contro i neo – Garibaldi di oggi e di ieri.

protagonista-sud-8-febbraio-2018-con-il-sindaco-di-villa-literno

“Sud Protagonista” contro i neo – Garibaldi di oggi e di ieri.

Di Fiore Marro

Caserta  9 febbraio 2018

La politica è una droga, ma proprio come una droga attrae attorno a sé uomini, che si comportano proprio come gli spacciatori, uomini senza scrupoli pronti a lucrare sugli altri, su coloro che ne fanno uso, sedotti dal miraggio del sogno, annientandosi, al punto di rinunciare talvolta perfino a vivere; la politica dovrebbe essere un atto nobile, alto, un’impresa che dovrebbe spingere i migliori a battersi per un mondo più buono, impegnarsi, per una vita più appropriata nella la società in cui vivono, verso gli uomini che nel frattempo li hanno scelti, indicandoli come loro rappresentanti,  perché hanno creduto alle loro parole, nei loro progetti, nella loro passione o alla loro indole di incaricati responsabili. Continua a leggere

Gaeta ultimo baluardo identitario, poi diventammo tutti Briganti e poi Emigranti

unnamed

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Siamo obbligati a essere presenti a Gaeta.

Ultimo baluardo identitario, poi diventammo tutti Briganti e poi Emigranti

Di Fiore Marro

Caserta 5 febbraio 2018

Inutile smentire che la questione duosiciliana esplose in tutta la sua asperità subito dopo la presunta  “liberazione” delle Due Sicilie, strappata ai Borbone da quel bandito di Garibaldi, che con le false promesse di una repubblica e di dare la terra ai contadini, riuscì a turlupinare i babbei che ebbero la sfortuna di credergli, il farabutto appena finita l’opera di occupazione, dimenticò repubbliche, contadini e fratellanze varie per regalare al Re di Sardegna, il famigerato Re Galantuomo, violentatore di minorenni Continua a leggere

Funerale al Banco di Napoli, il commiato dei borboniani

funerale-banco-di-napoli-borbonici

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Funerale al Banco di Napoli, il commiato dei borboniani

Di Fiore Marro

Caserta 28 dicembre 2017.

La guardia giurata solerte è stata l’ultima immagine di un sopruso che, oramai da 157 anni, un popolo, una storia, una nazione subiscono; una guardia giurata solerte che uscendo dagli uffici del Banco di Napoli di via Toledo, la sede centrale di un vanto ultrasecolare, strappa con violenza dai muri e allontana il cesto di fiori e i manifesti, Continua a leggere

Il nostro patrimonio culturale è un giocattolo che sta morendo in mano agli ignoranti.

pompei

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il nostro patrimonio culturale è un giocattolo che sta morendo in mano agli

ignoranti.

Di Fiore Marro

Caserta 20 dicembre 2017

Le mani sporche degli incompetenti sulle città e sull’arte del territorio:

Napoli , Tunnel borbonico, trovato amianto in una delle cavità del percorso; Pompei, crollo alla “Casa della Caccia ai Tori”; Reggia Caserta, crolla parte di un soffitto nella “Stanza delle dame”; Napoli, Piazza del Gesù, cade vetro dalla chiesa; Reggia di Carditello, acciuffato un uomo mentre scava una buca per gettarne rifiuti; ancora Napoli, crollano calcinacci nella Galleria Laziale, che congiunge Fuorigrotta a piazza Sannazaro, e a Capodimonte frana un albero a pochi passi dal Museo. Continua a leggere

LA MARINA NEL REGNO DELLE DUE SICILIE- intervento alla conferenza sugli Stati Generali del Mare, presso il Pan.

fiore-al-pan-con-gennaro

LA MARINA NEL REGNO DELLE DUE SICILIE

Di Fiore Marro

Napoli  18 novembre 2017

Il mio intervento alla conferenza sugli Stati Generali del Mare, presso il Pan.

Un lungo filo quello che lega la prima nave da crociera mai realizzata al mondo all’ultima creatura firmata Virgin-Fincantieri. Nel 1833, il piroscafo di linea Francesco I battente bandiera del Regno delle due Sicilie coprì la tratta Napoli-Taormina-Catania-Malta-Costantinopoli. La clientela era selezionatissima, solo principi, nobili e autorità, non solo dalla penisola italiana. A bordo del Francesco I per quel primo viaggio salirono anche tredici inglesi, dodici francesi, tre russi, tre spagnoli, due prussiani, due bavaresi, due olandesi, un ungherese, uno svizzero, uno svedese e un greco. Continua a leggere