Scampia “Il popolo delle formiche” ma soprattutto quello a salvaguardia del territorio duosiciliano

la-lectio-di-pino-aprile-a-scampia

Scampia “Il popolo delle formiche” ma soprattutto quello a salvaguardia del territorio duosiciliano

Di Fiore Marro

Caserta 6 dicembre 2018

Sono stato anche io a Scampia, sabato 2 dicembre 2018, presente assieme a Lorenzo Degl’Innocenti ( vecchia guardia neoborbonica, anche se ancora giovanissimo), per la riunione pianificata da Pino Aprile, adunata meridionalista con quel titolo ambizioso ma anche un poco repellente: “Il Popolo delle Formiche”, speriamo venga presto cambiato, perché a mio sommesso avviso le formiche comunque trasmettono un senso per nulla di pulizia, mentre noi ne abbiamo bisogno e a iosa. Continua a leggere

Chi compra il panettone o il pandoro padano è un nemico dell’economia del Sud

mostaccioli

Chi compra il panettone o il pandoro padano è un nemico dell’economia del Sud

Di Fiore Marro

Caserta 5 dicembre 2018

Tempo fa i neoborbonici lanciarono “La rottamazione del pandoro” in cambio di struffoli e mostaccioli, sembrava una goliardia. Oggi si è passati a definizioni più profonde, si colpisce al cuore del problema non come Ramon contro Joe lo Straniero col fucile: stavolta, a essere colpito, è il cuore del portafoglio padano. Continua a leggere

L’anniversario di matrimonio dei Borbone a Napoli, il regalo più bello ai Neoborbonici di Gennaro De Crescenzo per il loro 25° anno di fondazione.

fiore-alla-festa-dei-neoborbonici-con-la-miss

Con Miss Due Sicilie

 

L’anniversario di matrimonio dei Borbone a Napoli, il regalo più bello ai Neoborbonici di Gennaro De Crescenzo per il loro 25° anno di fondazione.

Di Fiore Marro

Caserta 6 novembre 2018

Non è facile per me, che per lungo tempo ho fatto parte integrante del progetto neoborbonico, raccontare le forti sensazioni provate sabato 3 novembre sa scorso presso il teatro Mediterraneo di Napoli, in occasione della festa per il 25° anno di fondazione del gruppo identitario borbonico che a mio avviso rimane il sodalizio pilota per tutti gli altri, compresi noi del Comitato Due Sicilie. Continua a leggere

Grazie per avermi rieletto – Saremo ancora assieme per i prossimi tre anni per amore dei CDS e delle Due Sicilie

cds-cnsiglio-direttivo

Parte del nuovo direttivo nazionale

 

Grazie per avermi rieletto – Saremo ancora assieme per i prossimi tre anni per amore dei CDS e delle Due Sicilie

Di Fiore Marro

Caserta 22 ottobre 2018.

Ho preso qualche giorno in più del dovuto per ringraziarvi. Il clangore del nostro VI congresso è alle spalle, siamo lontani dalla tensione per il timore dei forfait di quei giorni prima di incontrarci. Questa volta sono stati davvero molti per la preoccupazione che l’organizzazione non fosse mai all’altezza—sono purtroppo un perfezionista e forse esigo più del dovuto da me stesso e dai malcapitati collaboratori, che anche stavolta sono stati perfetti, efficienti, impeccabili. Un grande bravo a Lucia, a Carmine, ad Amedeo, una pattuglia piccola ma davvero efficiente, che ha fatto in modo che il congresso non abbia avuto nessuna sfumatura negativa. Continua a leggere

L’oro delle Due Sicilie lo spreco degli italiani

loro-di-napoli

L’oro delle Due Sicilie lo spreco degli italiani

Di Fiore Marro

Caserta 11 ottobre 2018

Al momento dell’unità,  il regno delle Due Sicilie possedeva riserve auree pro capite doppie rispetto al Nord.

Molti  centri del territorio borbonico, anche importanti, erano privi di filiere bancarie, ma questo era anche giustificato dal mite, razionale e semplice sistema fiscale, ed ai fini dello sviluppo economico il sistema fiscale non è meno importante di quello bancario. Inoltre esistevano già 761 complessi diversi di beneficenza, oltre 1.131 monti frumentari, il 65%del totale italiano, che, fornendo anticipazioni per le attività agricole ad interessi quasi nulli, erano una sorta di credito agrario, sia pure embrionale. Ed inoltre vi erano le casse agrarie e di prestanza . Continua a leggere

Altro che Austria, l’aggressione Cavour la fece a noi delle Due Sicilie

rancio_dei_prigionieri_borbonici_a_santanna_isernia_-_imi_01-12-1860

Altro che Austria, l’aggressione Cavour la fece a noi delle Due Sicilie

Di Fiore Marro

Caserta 27 settembre

A pagare le conseguenze dell’invasione “fraterna” dei tosco –padani al soldo dei Savoia e su indicazione del “Grande Tessitore”  oggi sarebbe indicato come faccendiere, quel famoso Camillo Benso di Cavour. Continua a leggere

Francesco II si riprende Macerata Campania in Terra di Lavoro

piazza-francesco-ii-a-macerata-campania

Francesco II si riprende Macerata Campania in Terra di Lavoro

Il Comune casertano riconosce un Largo all’ultimo Re delle Due Sicilie

Di Fiore Marro

Caserta 4 ottobre 2018

Il sogno di don Massimo Cuofano si materializza ogni giorno che passa, sempre più concreto, sempre più reale. Certo l’idea del nostro caro diacono, salito al cielo da poco, era di rendere Beato lo sfortunato principe, lanciando il progetto con la sua Fondazione Francesco II, creatura da lui voluta fortemente, assieme a Don Luciano Rotolo, Continua a leggere

Un nuovo Congresso, il VI, ma sembra ieri, Comitati Due Sicilie a Caserta 13 e 14 ottobre 2018

invito-congresso-2018

Un nuovo Congresso, il VI, ma sembra ieri, Comitati Due Sicilie a Caserta 13 e 14 ottobre 2018

 di Fiore Marro

 Caserta 26 ottobre 2018

La Storia siamo noi, nessuno si senta escluso!

In questi anni di lotta identitaria ciò che ho riscontrato su tante altre cose è di certo la visione che ora le persone hanno di noi, è cambiata la gente, cambiata la considerazione di media e di altri settori, da quello politico a quello dell’informazione. Cambiato perché le nostre manifestazioni ( vedi Carditello, Mongiana, Fenestrelle e Pontelandolfo) sono diventate istituzionali. Continua a leggere

L’Austria sentenzia “il Risorgimento è stata una guerra di aggressione.”

austria

L’Austria sentenzia “il Risorgimento è stata una guerra di aggressione.”

Di Fiore Marro

Caserta 26 settembre 2018

Il Risorgimento? Una guerra di aggressione. Almeno è questa la tesi sostenuta nei libri di Storia che vengono usati nelle scuole austriache. C’è poco da dire su questa tesi, noi duosiciliani l’abbiamo dovuta subire nostro malgrado, così come l’ha subita l’Austria e tutti gli stati profondamente religiosi e tradizionalisti della vecchia e sana Europa di una volta, sana appunto fino a che il sistema liberista Franco – Anglofono non decise altrimenti, annientando in un battibaleno, tradizione, religione, ordine, nazionalismo. Dopo di noi duosiciliani, anche gli altri Stati che nell’800 subirono l’onta dell’aggressione, ritornano a reclamare a voce alta, l’attentato subito dalla propria Patria, è il turno dell’Austria che , indica nomi, cognomi, mandanti e esecutori. Continua a leggere

Usa for Due Sicilie – Noi la Tradizione che potrà garantire pace e serietà nel Mediterraneo

trump-e-camilla

Usa for Due Sicilie – Noi la Tradizione che potrà garantire pace e serietà nel Mediterraneo

Di Fiore Marro

Caserta 17 settembre 2018

“L’Italia è in una crisi di sovranità, non provocata dal popolo italiano ma dal “partito di Davos”, ovvero dai mercati finanziari e dai poteri forti”. Lo ha detto Steve Bannon in un incontro a Roma: “Combattono il popolo mentre questo cerca di riprendersi la sua sovranità. E come scusa usano lo spread, è disgustoso”. Continua a leggere