Borbonici e Briganti di scena nel Sannio.

cds-san-giorgio-del-sannio-31-maggio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Borbonici e Briganti di scena nel Sannio.

 

Fiore Marro e Gennaro De Crescenzo a San Giorgio del Sannio il 31 maggio, per incontrare gli studenti dell’istituto Montalcini e affrontare il tema delicato del periodo storico pre – unitario, visto dalla parte degli sconfitti. Si sosterranno tematiche sul brigantaggio e sul periodo borbonico.

San Giorgio del Sannio 20 maggio 2017

Giulia Repola Continua a leggere

Convegno su “Ordinamento Giuridico del Regno delle Due Sicilie”

giornale_due_sicilie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“L’Ordinamento Giuridico del Regno delle Due Sicilie”

Mercoledì 3 maggio, alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede sociale di Piazzetta G. Romano 15, Telese Terme (BN), ospita il dott. Ubaldo Sterlicchio. All’incontro, coordinato dal prof. Felice Casucci, si parla di “L’Ordinamento Giuridico del Regno delle Due Sicilie”.

Su invito partecipava come rappresentanza del Comitato delle Due Sicilie Referente SERINO GIUSEPPE ,della Legazione di Benevento e Provincia del Comitato

Nel 1861, a seguito dell’unificazione politico-territoriale della Penisola, l’intera struttura statale italiana fu modellata su quella piemontese; l’Ordinamento Giuridico napoletano fu azzerato. Nel leggere la storia senza preconcetti, ci si accorge che il Regno borbonico fu caratterizzato, oltre che da ricchezza culturale e artistica, anche da benessere materiale, sociale, commerciale, agricolo ed industriale. Dopo un secolo e mezzo dall’annessione del Meridione d’Italia al Piemonte, grazie all’opera di menti libere ed intellettualmente oneste, la memoria delle verità nascoste sta riaffiorando ed è possibile affermare, con cognizione di causa, con riscontri inoppugnabili e con documenti di archivio alla mano, che le leggi napoletane erano di straordinaria qualità. Tanto è vero che, nel 1852, l’imperatore francese Napoleone III inviò a Napoli una speciale commissione di giuristi e di alti funzionari, perché studiassero proprio la bontà di quelle leggi. Nel 1902, lo storico inglese Bolton King sostenne che «nessuno Stato in Italia poteva vantare istituzioni così progredite come quelle del Regno delle Due Sicilie». Pochi anni fa, il compianto professor Giuseppe Cicala affermò che «per far funzionare il Sud, basterebbe far funzionare bene ciò che ci hanno lasciato i Borbone: leggi e regolamenti compresi».

05.05.2017.

Giuseppe Serino  Ref. C.D.S. Benevento e Provincia

CDS alla manifestazione “LA TAMMORRA DEI BRIGANTI” 5° edizione 2017

la-tammorra
Convegno d’apertura
Piazza Gramsci venerdì 5 maggio ore 17:17
Sala Teatro – Convegno La Tammorra dei Briganti 2017
Domenico Ciccarelli – Pres. Associazione Liberal
Gennaro De Crescenzo – Pres. Movimento Neoborbonico
Fiore Marro – Comitati Due Sicilie
Davide Brandi – Lazzari e Briganti
Angelo Forgione – Autore del libro “Made in Naples”
Gino Giammarino – Editore “Il Brigante”
Carlo Capezzuto – coord. del Grande Libro del Regno delle Due Sicilie
Antonio Poziello – Sindaco del Comune di Giugliano
Serenella Focarelli Baroni – Storica cucina Borbonica
Buffet Borbonico – Presentazione Cucina di corte
e Menu Borbonico a cura Prof.Armando Amoruso
Chef Ristorante il Connubbio

Continua a leggere

Alza Bandiera a Civitella del Tronto un documentario per ricordare Ponzano con “I giorni della memoria dei popoli delle due sicilie”

Civitella del Tronto, 2 aprile 2017

Si è conclusa la manifestazione dei Giorni della Memoria dei popoli delle due sicilie, con la realizzazione di un documentario storico culturale l’evento a Civitella del Tronto. L’evento ha avuto inizio il primo aprile e terminato il 2 Aprile 2017. Tra gli obbiettivi prefissi dall’associazione nazionale dei Comitati delle due sicilie, quello di destinare un ricavato dell’ingresso alla fortezza di Civitella, per i cittadini di Ponzano, frazione di Civitella. Continua a leggere

Quell’interesse dei Borbone per le “cose antiche”.

egitto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quell’interesse dei Borbone per le “cose antiche”

di Lucia Di Mauro

Napoli 13 gennaio 2017

“Canto ‘e ‘sta Terra mia, ‘na terra senza valore, ca, nun se sape comme, ha avuto sempe ‘n invasore”- intona Lina Sastri in una splendida canzone nel film “Li chiamarono briganti”.

Terra “umiliata e offesa”, la nostra, ma oggetto di attenzione da parte di tanti e voluta forse da troppi. Continua a leggere

GAETA 2017 RADUNO IDENTITARIO “UN MATTONE E UN FIORE”

15878821_10210137453105172_1449349496_nL’evento più importante nella tre giorni di Gaeta quest’anno sarà quello dedicato al Monumento per la Memoria dei Popoli delle Due Sicilie.

UN MATTONE E UN FIORE… UN MONUMENTO PER LA MEMORIA DEI POPOLI DELLE DUE SICILIE “La memoria mondata dalle incrostazioni della ‘storia costruita’ deve avere le sue pagine, i suoi altari, i giorni del dolore: non basta ammetterla, bisogna narrarla, insegnarla, esporla. Continua a leggere

Unità d’Italia a quale costo per il Sud?

15497916_10207863445445067_245168800_n

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Caserta 16 dicembre 2016

Ufficio Comunicazione.

Identità e memoria da ricostruire Giovedì 22 dicembre 2016 dalle ore 17.30 presso l’Aula Consiliare del Comune di Teverola ( Ce.) I Comitati Due Sicilie parteciperanno all’evento organizzato dalla associazione culturale “Insieme per Teverola” un gruppo di giovani identitari che ha a capo come Presidente dell’associazione Carlo Aquilone; Continua a leggere

L’associazione “Gli Allori” presenta il libro dal titolo “Codice Inverso”, con Fiore Marro e il sostituto procuratore Fucci

cds-e-nardi-dicembre-2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’associazione “Gli Allori” presenta il libro dal titolo “Codice Inverso”, con Fiore Marro e il sostituto procuratore Fucci

SAN NICOLA LA STRADA – Venerdì 16 dicembre 2016, con inizio alle ore 17,30, nel Convitto Borbonico di San Nicola la Strada “Santa Maria delle Grazie”, nell’ambito della rassegna culturale “Gli Amici di Penna” l’Associazione “Gli Allori”, presenterà il libro inchiesta dal titolo “Codice Inverso” della giornalista casertana, Francesca Nardi. Continua a leggere