Comitati Due Sicilie – Un anno è trascorso….un altro comincia. Buon 2017

la-targa-alla-borbone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La targa di presidente onorario CDS donata alla duchessa di Calabria Maria Carolina di Borbone Due Sicilie.

 

Comitati Due Sicilie – Un anno è trascorso….un altro comincia. Buon 2017

di Lucia Di Mauro

Napoli 30 dicembre 2016

Voltarsi indietro e riguardare il cammino percorso non è sempre un atto negativo, poiché tracciare un bilancio del passato aiuta a capire quanta strada è stata già fatta, quanto è necessario ancora percorrerne per raggiungere i propri obbiettivi e, nel contempo, essere soddisfatti per quanto già si è realizzato. L’anno trascorso, per gli uomini e le donne di Comitati due Sicilie, è stato denso di impegno e di emozioni. Continua a leggere

Maria Maddalena De Lellis

Maria Maddalena De Lellis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maria Maddalena De Lellis

 

(San Gregorio Matese, 8 agosto 1835 – San Gregorio Matese, 7 marzo 1908) è stata una brigantessa.

Alla macchia

Maria Maddalena De Lellis nacque l’8 agosto 1835 a S. Gregorio, l’attuale San Gregorio Matese in provincia di Caserta.

Contadina, analfabeta, con un marito in galera per connivenza col brigantaggio ed un figlio piccolo, nella primavera del 1864 divenne l’amante di Andrea Santaniello. Ex soldato dell’esercito borbonico, dopo essere stato il braccio destro di Cosimo Giordano, capo di tutti i capi brigante del Matese, aveva formato una propria banda che aveva inquadrato secondo regole militari. Nel giro di pochi mesi la storia divenne nota, e quando i soldati andarono per arrestarla, Maddalena si dette alla macchia. Continua a leggere

Storia del brigante Misdea di Girifalco.

brigante Misdea di Girifalco.

Storia del brigante Misdea di Girifalco.

Nicotera 2 settembre 2014

Ci  sono momenti della storia Calabrese finiti  nel dimenticatoio alcuni volutamente altri perché non tutto si può ricordare. Eppure sulla storia Calabrese il fatto del”brigante” Misdea seppur fondamentale rimane nell’oblio. Oggi, questa storia merita di essere rivangata e fatta conoscere ai più. Senza ombra di dubbio sono in pochi a sapere questa storia, eppure la  storia Misdea che riempì i giornali di tutta Italia, dovrebbe raccontare molte cose e dovrebbe indurre i lettori a comprendere che in un tempo dove l’Unità andava edificata, a causa di studi poco attendibili fallì miseramente. Siamo a Girifalco nelle Serre Catanzaresi qui nacque dopo l’Unità nel’62  e visse fino all’età di 22 anni il”feroce” Salvatore  Misdea. Continua a leggere

Il generale Vito Nunziante

Vito-Nunziante

Vito Nunziante, quartogenito di 11 figli nacque il 12 aprile 1775 a Campagna d’Eboli, Salerno, feudo dei duchi Pironti, da una famiglia media borghese possidente agraria.

Il padre Pasquale e la madre Teresa Notari. a 6 anni lo mandarono a studiare in seminario con suo prozio paterno il canonico Antonino, prebendario della cattedrale di Campagna, di cui divenne suddiacono nel 1771 e due anni dopo diacono. Continua a leggere

Carlo Antonio Gastaldi (brigante), di Gustavo Buratti

Carlo Antonio Gastaldi da soldato dell’esercito piemontese, sceso al sud per reprimere il brigantaggio, diventa brigante della banda del sergente Pasquale Domenico Romano di Gioia del Colle, in provincia di Bari.
Nacque il 7 novembre 1834 in Piemonte a Vagliumina (oggi quarantasei abitanti), piccola frazione di Graglia, in provincia di Biella. Il padre era selciatore, lui cardatore.
Nel 1855 fu arruolato in fanteria. Combattè contro gli austroungarici a Palestro, meritandosi una medaglia d’argento. Ma la vita militare non era per lui. Venne condannato più volte, dal Tribunale di guerra, al carcere. Due volte fu graziato dal re piemontese. Continua a leggere