Le Chiavi di Enzo Tortorella a Battipaglia per riscoprire le nostre radici

fiore-battipaglia-dicembre-2018

Le Chiavi di Enzo Tortorella a Battipaglia per riscoprire le nostre radici

Di Fiore Marro

Caserta 8 dicembre 2018

Si rinnova la Comunitas CDS, ma i punti fermi rimangono saldi, saldi e coerenti come l’autore di questo ottimo lavoro letterario, esponente della prima ora del movimento identitario cui mi onoro di rivestire il ruolo di presidente nazionale.

Vincenzo Tortorella, oggi referente dei Comitati Due Sicilie per la Regione Veneta, ha ricoperto per due mandati il ruolo di consigliere nazionale come referente CDS area Nord nonché presidente sezione Comunicazioni del movimento, un “pezzo da novanta” e non solo per la mole. Continua a leggere

Scampia “Il popolo delle formiche” ma soprattutto quello a salvaguardia del territorio duosiciliano

la-lectio-di-pino-aprile-a-scampia

Scampia “Il popolo delle formiche” ma soprattutto quello a salvaguardia del territorio duosiciliano

Di Fiore Marro

Caserta 6 dicembre 2018

Sono stato anche io a Scampia, sabato 2 dicembre 2018, presente assieme a Lorenzo Degl’Innocenti ( vecchia guardia neoborbonica, anche se ancora giovanissimo), per la riunione pianificata da Pino Aprile, adunata meridionalista con quel titolo ambizioso ma anche un poco repellente: “Il Popolo delle Formiche”, speriamo venga presto cambiato, perché a mio sommesso avviso le formiche comunque trasmettono un senso per nulla di pulizia, mentre noi ne abbiamo bisogno e a iosa. Continua a leggere

Chi compra il panettone o il pandoro padano è un nemico dell’economia del Sud

mostaccioli

Chi compra il panettone o il pandoro padano è un nemico dell’economia del Sud

Di Fiore Marro

Caserta 5 dicembre 2018

Tempo fa i neoborbonici lanciarono “La rottamazione del pandoro” in cambio di struffoli e mostaccioli, sembrava una goliardia. Oggi si è passati a definizioni più profonde, si colpisce al cuore del problema non come Ramon contro Joe lo Straniero col fucile: stavolta, a essere colpito, è il cuore del portafoglio padano. Continua a leggere

Le industrie nel regno delle Due Sicilie : Mongiana

ferdinando-a-mongiana

Busto di Ferdinando II forgiato dalla fonderia di Mongiana.

 

Le industrie nel regno delle Due Sicilie : Mongiana

Di Fiore Marro

Caserta 28 novembre 2018

Il regno delle Due Sicilie è stato bollato dagli scrittori prezzolati risorgimentalisti come retrogrado e oscurantista, eppure, mai come in quel periodo, il territorio che oggi viene inteso come Mezzogiorno ha avuto un periodo molto lungo (126 anni) di primati e di scoperte, di iniziative sociali (San Leucio di Caserta) e di organizzazione di lavoro specializzato (Pietrarsa nei pressi di Portici). Continua a leggere

Quel piroscafo sparito nella nebbia “caprese”

agesilao-milano-moneta

Medaglia commemorativa del traditore Agesilao Milano

 

Quel  piroscafo sparito nella nebbia “caprese”

Storia senza ritegno degli scrittori salariati del risorgimento italiota.

Di Fiore Marro

Caserta 23 novembre 2018

Sono molteplici i misteri e i silenzi riguardo agli eventi del cosiddetto risorgimento (e mantengo la minuscola a indicarne il necessario, oggi più che mai, ridimensionamento storico). Non si sono mai approfondite le vicende abuliche, come per esempio il ferimento di Ferdinando II da parte di un soldato (Agesilao Milano) che stranamente si trovava al servizio di guardia; l’unica certezza fu quella di Garibaldi che entrato a Napoli nel 1860, tra i primi provvedimenti che adotto fu quello di riconoscere un vitalizio mensile di 30 ducati alla madre ed una dote di 2000 ducati alle sorelle di Milano. Continua a leggere

REDDITO DI CITTADINANZA: ALCUNE CONSIDERAZIONI.

di Gennaro Zona

Milano, 18 novembre 2018

2riprova

Da quando il Movimento 5 stelle lo ha presentato come programma per le elezioni, successivamente vinte soprattutto con il voto del Sud, al Nord tutti o quasi, si sono applicati alla denigrazione del Sud; tanto per non perdere l’abitudine. Lo spunto per questa disamina me lo ha dato il settentrionale Briatore; cito testualmente le sue parole : “Al Sud la gente non ha voglia di lavorare. Se adesso danno pure il reddito di cittadinanza, questa sembra una follia vera. Per me è una follia perché paghi la gente che sta sul divano; sul divano ci sono già gratis. Poi addirittura li paghi. Prenderanno il divano a due piazze. Investimenti in Meridione ? Ci sono difficoltà enormi e la gente non ha voglia”. Continua a leggere

Intervista a Vincenzo Tortorella per il Roma

libro-tortorella

 

 

 

 

 

 

 

Fiore Marro Intervista a Vincenzo Tortorella

Di Fiore Marro

Caserta 8 novembre 2018

“Per quanto un albero possa diventare alto, le sue foglie, cadendo, ritorneranno sempre alle radici.”

Vincenzo Tortorella , uno dei tanti avamposti duosiciliani nel cuore della Padania,  originario di Sicignano degli Alburni per lungo tempo residente a  Battipaglia, vive attualmente a  Isola della Scala (VR). Socio fondatore dei CDS, ha rivestito per lungo tempo la presidenza della Commissione Comunicazioni del movimento Comitati Due Sicilie, oggi è Referente CDS Veneto e per anni è stato il Responsabile area nord del Movimento stesso. Continua a leggere

L’anniversario di matrimonio dei Borbone a Napoli, il regalo più bello ai Neoborbonici di Gennaro De Crescenzo per il loro 25° anno di fondazione.

fiore-alla-festa-dei-neoborbonici-con-la-miss

Con Miss Due Sicilie

 

L’anniversario di matrimonio dei Borbone a Napoli, il regalo più bello ai Neoborbonici di Gennaro De Crescenzo per il loro 25° anno di fondazione.

Di Fiore Marro

Caserta 6 novembre 2018

Non è facile per me, che per lungo tempo ho fatto parte integrante del progetto neoborbonico, raccontare le forti sensazioni provate sabato 3 novembre sa scorso presso il teatro Mediterraneo di Napoli, in occasione della festa per il 25° anno di fondazione del gruppo identitario borbonico che a mio avviso rimane il sodalizio pilota per tutti gli altri, compresi noi del Comitato Due Sicilie. Continua a leggere

L’oro delle Due Sicilie lo spreco degli italiani

loro-di-napoli

L’oro delle Due Sicilie lo spreco degli italiani

Di Fiore Marro

Caserta 11 ottobre 2018

Al momento dell’unità,  il regno delle Due Sicilie possedeva riserve auree pro capite doppie rispetto al Nord.

Molti  centri del territorio borbonico, anche importanti, erano privi di filiere bancarie, ma questo era anche giustificato dal mite, razionale e semplice sistema fiscale, ed ai fini dello sviluppo economico il sistema fiscale non è meno importante di quello bancario. Inoltre esistevano già 761 complessi diversi di beneficenza, oltre 1.131 monti frumentari, il 65%del totale italiano, che, fornendo anticipazioni per le attività agricole ad interessi quasi nulli, erano una sorta di credito agrario, sia pure embrionale. Ed inoltre vi erano le casse agrarie e di prestanza . Continua a leggere

Altro che Austria, l’aggressione Cavour la fece a noi delle Due Sicilie

rancio_dei_prigionieri_borbonici_a_santanna_isernia_-_imi_01-12-1860

Altro che Austria, l’aggressione Cavour la fece a noi delle Due Sicilie

Di Fiore Marro

Caserta 27 settembre

A pagare le conseguenze dell’invasione “fraterna” dei tosco –padani al soldo dei Savoia e su indicazione del “Grande Tessitore”  oggi sarebbe indicato come faccendiere, quel famoso Camillo Benso di Cavour. Continua a leggere